Yeohlee

Stilista malaysiana. Lavora a New York. Studia il rapporto tra moda e architettura definendo i suoi abiti una costruzione portatile. I suoi vestiti, infatti, vengono spesso esposti in occasione di mostre di architettura per evidenziare l’influenza reciproca e come esempi di disegno geometrico e di funzionalismo. Ha frequentato la Parson’s School of Design e, in pochi anni, ha conquistato le passerelle più importanti. È anche fautrice della stoffa comoda, facile da lavare e per tutte le stagioni. La sua ultima creazione è l’abito in Teflon, lo stesso materiale che si usa per le pentole, per rendere la stoffa repellente a ogni tipo di macchia. Nel 2003 pubblica il suo primo libro, Yeohlee: Work, che ripercorre i primi vent’anni di attività della stilista, con saggi di preminenti critici di moda, arte e design.