Unisex

Uno stile intercambiabile, adatto sia alla donna sia all’uomo, basato soprattutto su modelli standard di pantaloni (jeans in testa), che negli anni ’60-70 diventò una vera e propria moda, quasi un gioco di scambio delle parti attraverso camicie, gilet, blazer, maglieria oversize. Per l’uomo si apre la possibilità (e si crea la voglia) di indossare tessuti a disegni floreali o decorativi e forti colori, fino allora riservati solo al femminile. Unisex diventa sinonimo di un abbigliamento, che, anche quando è fuori dalla moda, fa parte del costume acquisito.