REPLAY

Replay è un brand italiano di abbigliamento prêt-à-porter per uomini, donne e bambini. Viene fondato nel 1978 da Claudio Buziol ad Asolo.

REPLAY

Indice

  1. Le origini
  2. Gli anni 2000
  3. Recentemente
  4. Sponsor e testimonial

LE ORIGINI

Posseduto dal gruppo Fashion Box, Replay è un brand italiano di abbigliamento prêt-à-porter per uomini, donne e bambini. Viene fondato nel 1978 da Claudio Buziol ad Asolo. In questo stesso anno, il marchio viene registrato.

Sebbene sia noto come un brand di jeans, i primi jeans arrivano nel mercato solo nel 1989. In due anni, questo prodotto è stato venduto più di un milione di volte. Questi jeans, infatti, sono fatti di un materiale speciale, il Double Ring Denim, che Buziol scopre durante un viaggio in Giappone. E tali jeans sono ormai il marchio di fabbrica del brand.

mame dizionario REPLAY autunno 2015
Collezione Autunno/inverno 2015 Replay

Nel 1990, l’azienda registra un estratto conto annuale di 18 milioni di euro. Il primo store Replay viene aperto a Milano l’anno successivo. E, nel 1992, vengono aperti altri 16 outlet e le vendite annuali salgono a 69 milioni di euro. Nel 1993, l’azienda apre il suo primo negozio a New York. L’anno dopo, l’azienda sperimenta un nuovo format di blue jeans, che è caratterizzato da un denim tinto di blu indaco. La crescita nei mercati dell’Asia e del Medioriente porta le vendite ai 143 milioni di euro. Dopo aver lanciato il brevetto nel 1997, il brand inaugura la collezione di occhiali by Marcolin Replay SpA. Durante questo anno, le vendite annuali si innalzano ai 188 milioni di euro.

GLI ANNI 2000

Grazie a un accordo, nel Buziol 2001 del Gruppo Sugi Ltd. produce e distribuisce Replay e Replay & Sons footwear. Inoltre, l’accordo con Marcolin si estende al 2002 con la produzione da parte di Replay di indumenti intimi. Nel 2003, le vendite consolidate raggiungono i 207 milioni di euro. Viene anche presentata la nuova corporazione del brand, We are Replay, all’evento internazionale di Pitti Immagine per la moda per uomo a Firenze.

Nel 2004, le vendite arrivano ai 230 milioni di euro. Tuttavia, l’anno successivo Claudio Buziol muore, a soli 47 anni. Dietro di sé lascia una serie di compagnie che continuano a essere unitamente responsabili della produzione e della distribuzione del brand in più di 50 paesi.

mame dizionario REPLAY fc barcelona
La squadra di calcio FC Barcellona come sponsor del marchio Replay

Nel 2006, il marchio celebra il suo 25° anniversario con una serie di eventi al monastero di San Gregorio a Venezia. In quell’anno, ha un fatturato di 353 milioni di euro. Nel 2007, il brand intraprende accordi con Proctor & Gamble per il lancio di una linea di profumi, con Christian Bernard per orologi e gioielli e con Arcte per lingerie e costumi da bagno.

Matteo Sinigaglia, che sostituisce Gaetano Sallorenzo, il quale è entrato nell’azienda nella primavera del 2008 da Calvin Klein, diventa il nuovo Managing Director del gruppo Fashion Box SpA.  La famiglia Sinigaglia ha lavorato con la Sugi International Ltd. dal 2001, cioè a partire da due anni dopo la fondazione della Sugi. La sede della compagnia e della produzione resta Asolo.

RECENTEMENTE

Wolfgang Friedrichs abbandona Fashion Box nel 2010. Il 1° settembre 2011, Thomas Wirth diventa il nuovo Managing Director di Replay in Germania. Nel 2008, le collezioni del brand vengono vendute in più di 50 paesi con 5000 outlet e circa 220 diramazioni, con un fatturato annuale di 305 milioni di euro. L’anno precedente, le vendite avevano prodotto un guadagno di 340 milioni di euro.

mame dizionario REPLAY lancio touch jeans 2016
Nel 2016 lancia il modello jeans Touch

Nel 2008 viene avviato il progetto Orient Box, che ottiene 80 milioni di euro dalle vendite nel 2009. Ma nel 2009, a causa della crisi economica globale, le vendite calano a 250 milioni di euro. Nel maggio dello stesso anno viene attivato il sito di shopping online del brand. E nel 20120, un concetto di vendite innovativo viene introdotto. La prima implementazione parte dai negozi di Milano e di Parigi e nel 2011 in quelli di Barcellona e Londra. Il concept è principalmente focalizzato sulla creazione di un ambiente per il cliente, cioè un contesto che possa offrire una pausa dalla vita quotidiana e che possa cambiare l’idea originale di abitudini d’acquisto.

Sempre nel 2011 viene fondato Fashion Box Japan, per rafforzare la presa del brand sul mercato asiatico. Successivamente, nel luglio 2012, apre il primo negozio Replay a Beijing, Cina, seguito da quello aperto a Daikanyama, in Giappone, nell’agosto dello stesso anno.

SPONSOR E TESTIMONIAL

Nel 2013, il brand firma un contratto con il FC Barcelona, come sponsor e fornitore ufficiale del team. Così sarà anche per le altre squadre del FC Barcelona, per un periodo di quattro anni. Alcuni giocatori del club hanno fatto da testimonial per le pubblicità del marchio.

mame dizionario REPLAY alessandra ambrosio
Alessandra Ambrosio per Replay

I più famosi partner pubblicitari di Replay includono il calciatore Neymar Jr del Barcelona, così come le top model Irina Shayk e Alessandra Ambrosio. Oltre alla Shayk, anche Stella Maxwell e Joan Smalls sono state fotografate dal duo Alas and Marcus Piggott per il lancio di Replay Touch Jeans nel nove

Fashion Box Group

La sede è ad Asolo (Treviso). Ne è a capo Claudio Buziol. Nel 2002 il fatturato è stato di 215 milioni di euro, stabili sull’anno precedente, realizzato per il 70 per cento all’estero. Da settembre del 2003, un maxi spazio a Milano, in corso Venezia, ospita tutti i marchi del gruppo, Replay, Replay & Sons, E-play e Coca Cola Jeans Wear. Una nuova linea, We-R-Replay, ha debuttato a Pitti Immagine Uomo nel giugno del 2003. È una collezione di casual evoluto per uomo e donna, target giovane, obiettivo 100 mila pezzi per la prima collezione primavera-estate 2004, lanciata a livello mondiale. Lavorazione artigianale per camicie, T-shirt, pantaloni, con stampe e ricami che si ispirano al mondo delle moto. Tessuti fantasia anni ’80, a stampe hawaiane, floreali, con palmizi, iguane e farfalle. La nuova collezione prenderà il posto di E-Play, che nel frattempo si è trasferita nel segmento del prêt-à-porter e la cui gestione è passata alla Knit Box di Carpi. La distribuzione copre 4000 punti vendita tradizionali, ai quali si affiancano 200 negozi monomarca rappresentativi dell’immagine aziendale in tutte le capitali della moda nel mondo. Fashion Box guarda inoltre con interesse al Brasile. Ha aperto, nell’autunno 2003, un monomarca Replay a San Paolo, dove da poco è già operativo un polo dell’azienda, la Fashion Box Brazil, in cui sono prodotti felpe, T-shirt e jeans. La nuova azienda nasce per servire il Sud America, ma non è escluso che possa funzionare anche per l’Europa. Al momento le collezioni di Fashion Box sono prodotte esternamente in Italia, nell’Est europeo, nel bacino del Mediterraneo e nel Far East. Altro mercato appetibile per il gruppo veneto, il Giappone. In seguito all’accordo con la nipponica Hero International è stato inaugurato un monomarca Replay a Tokyo, cui faranno seguito altri tre store.