GOLDEN LADY

GOLDEN LADY

INDICE

  1. Le origini
  2. Sviluppo
  3. Responsabilità sociale
  4. Aspetto finanziario
  5. Situazione attuale

LE ORIGINI

La Golden Lady Company SpA è un’azienda italiana specializzata nella produzione di calze e collant. Viene fondata nel 1967 a Castiglione delle Stiviere, nel mantovano. Si tratta di un gruppo cresciuto grazie all’acquisizione di brand quali Omsa, Sisi, Philippe Matignon, Filodoro e gli americani No-Nonsense e Hule.

mame dizionario GOLDEN LADY logo
Logo Golden Lady

I fondatori dell’azienda sono Arnaldo e Nerino Grassi, i quali hanno abbandonato gli affari della fabbrica di famiglia per diventare imprenditori nel settore della calzetteria per donna, aprendo così le porte del mercato tedesco. Il Gruppo è quindi andato avanti nel corso degli anni ’80 e nel decennio successivo, anche grazie all’acquisto del brand Sisi.

SVILUPPO

Golden Lady conquista come target il segmento medio-alto del settore con l’acquisizione del brand italiano Omsa nei primi anni ’90. Entra inoltre nel mercato americano con la Kaiser-Roth Corporation, il leader americano del mercato che comprende i brand No-Nonsense e Hule.

Con l’acquisto della Filodoro SpA (2003), il gruppo incorpora le strutture dell’azienda e i relativi brand Filodoro, NY legs e il prestigioso Philippe Matignon. La strategia del gruppo combina un ben definito stile italiano e una continua diversificazione dei prodotti, con l’apertura di nuovi mercati e l’acquisizione di preziosi marchi.

RESPONSABILITÀ SOCIALE

La Golden Lady Company considera la sostenibilità ambientale e sociale un’opportunità e una sfida essenziale per il sistema di produzione odierno. La sostenibilità e la protezione della sicurezza sul posto di lavoro vengono vissute dal Gruppo non solo come un impegno, ma anche come un elemento d’affari strategico da essere utilizzato nella quotidiana gestione delle attività.

L’intento del gruppo di promuovere la salute, la sicurezza e la sostenibilità viene espresso in una politica di continuo miglioramento che comprende tutti i livelli della compagnia. L’impegno dal punto di vista ambientale è testimoniato non solo dalla certezza che le attività prodotte dal gruppo non rappresentano un rischio per l’ambiente, ma anche da un’attitudine alla protezione proattiva, confermata dall’applicazione di un’importante sistema gestionale dell’ambiente.

mame dizionario GOLDEN LADY orizzontale
Collant della Golden Lady

Il gruppo lavora costantemente per ridurre il proprio impatto sull’ecosistema, per pianificare e migliorare pratiche e metodi che, oltre a incontrare tutti gli obblighi legali, tendono a migliorare l’efficienza ambientale. Ecco perché, di conseguenza, la compagnia adotta l’Environmental Management System (EMS), completo con i requisiti dello standard internazionale NI EN ISO 14001. Esso è valido per tutti i prodotti, le attività e i servizi con diretto e/o indiretto impatto sulle performance ambientali, creato nel sito di produzione di Basciano, in Abruzzo.

ASPETTO FINANZIARIO

Il  Gruppo Golden Lady è un market leader in Italia con uno share del 35% e un giocatore chiave nei maggiori mercati europei, inclusi quelli di Francia, Germania, Spagna e Inghilterra, attraverso i suoi sussidiari e le agenzie di vendita. Una posizione chiave è rappresentata da quella in Russia (specialmente in Ucraina, Bielorussia, Polonia e Slovacchia), grazie a un network di distribuzione locale che ha affermato i prodotti del Gruppo come simbolo dell’eleganza italiana. Golden Lady si è conquistato un ruolo dominante anche nel mercato degli Stati Uniti.

mame dizionario GOLDEN LADY miley cyrus costume
Miley Cyrus per Golden Lady in costume

Il Gruppo ha concluso il 2016 con un fatturato di circa 200 milioni di euro, con un calo rispetto all’anno precedente, che si era chiuso con circa 280 milioni di euro.

SITUAZIONE ATTUALE

Oggi il Gruppo possiede 13 siti di produzione situati in Italia, negli Stati Uniti e in Serbia, con una produzione totale di 400 milioni di calze all’anno, distribuite in 70 paesi di tutto il mondo. Lo spostamento di questa produzione specialmente in Serbia ha generato indesiderate controversie all’interno della compagnia.

Golden Lady comprende 7000 impiegati, dei quali 2900 vivono in Italia.

Nerino Grassi è il presidente del consiglio di amministrazione e i quartieri generali sono situati a Castiglione delle Stiviere (Mantova).

 

PHILIPE MATIGNON

Il sofisticato e sensuale spirito francese si combina con lo stile e con la qualità italiana, dando vita a preziosi articoli: calze, collant, leggins, vestiti, calze al ginocchio e calzini.

PHILIPPE MATIGNON

Indice

  1. Storia
  2. Sviluppo
  3. Aspetto finanziario
  4. Situazione attuale

STORIA

Eleganza e raffinatezza, stile e femminilità, seduzione e attenzione ai dettagli: queste sono le caratteristiche su cui Philippe Matignon basa le proprie collezioni. Il sofisticato e sensuale spirito francese si combina con lo stile e con la qualità italiana, dando vita a preziosi articoli: calze, collant, leggins, vestiti, calze al ginocchio e calzini.

mame PHILIPPE MATIGNON logo
Logo Philippe Matignn

Il brand si posiziona al top dell’eleganza sofisticata e si prende cura delle donne in ogni dettaglio, rendendole uniche e seducenti in ogni momento della loro giornata così come nelle occasioni speciali. Un lusso accessibile per uno stile che si rinnova ogni anno nelle nuove collezioni.

SVILUPPO

Philippe Matignon è stato acquistato dal Gruppo Golden Lady nel 2003 e ne è il brand di punta. Le calze e i collant vengono fabbricati con i materiali più raffinati e con tecnologie all’avanguardia applicate ai macchinari per creare diversi tipi di intrecciati. Con i propri articoli competitivi, il brand si specializza nei canali di vendita e si posiziona nella gamma di prezzo medio-alta del mercato in relazione all’alta qualità dei prodotti. I partner d’affari possono contare su una costante assistenza e allenamento per condurre gli affari al meglio.

mame PHILIPPE MATIGNON fall winter 2016 2017
Collezione Autunno Inverno 2016-2017

Il brand mira a donne che voglioni distinguersi in un modo originale ma di classe, con una speciale attenzione al comfort, all’eleganza e ai dettagli. Il tutto, ovviamente, con un tocco di sensualità.

ASPETTO FINANZIARIO

Il brand è posseduto dal Gruppo Golden Lady, un market leader in Italia con uno share del 35% e un giocatore chiave nei maggiori mercati europei, inclusi quelli di Francia, Germania, Spagna e Inghilterra, attraverso i suoi sussidiari e le agenzie di vendita. Una posizione chiave è rappresentata da quella in Russia (specialmente in Ucraina, Bielorussia, Polonia e Slovacchia), grazie a un network di distribuzione locale che ha affermato i prodotti del Gruppo come simbolo dell’eleganza italiana. Golden Lady si è conquistato un ruolo dominante anche nel mercato degli Stati Uniti.

mame PHILIPPE MATIGNON collant senza cuciture
Collant senza cuciture Phillipe Matignon

Il Gruppo ha concluso il 2016 con un fatturato di circa 200 milioni di euro, con un calo rispetto all’anno precedente, che si era chiuso con circa 280 milioni di euro.

SITUAZIONE ATTUALE

Oggi il Gruppo possiede 13 siti di produzione situati in Italia, negli Stati Uniti e in Serbia, con una produzione totale di 400 milioni di calze all’anno, distribuite in 70 paesi di tutto il mondo. Lo spostamento di questa produzione specialmente in Serbia ha generato indesiderate controversie all’interno della compagnia.

mame PHILIPPE MATIGNON welcome man
Welcome Man di Philippe Matignon

Nerino Grassi è il presidente del consiglio di amministrazione e i quartieri generali sono situati a Castiglione delle Stiviere (Mantova).