NAOMI CAMPBELL

Modella inglese, iniziò la sua brillante carriera a soli 15 anni. Divenuta rapidamente molto famosa, a 18 anni apparve su Vogue inghilterra.

Indice

  1. Gli esordi: Synchro Model Agency
  2. Gli anni d’oro
    1. Vogue
    2. Supermodella
  3. Le difficoltà
  4. Fashion Cafe
  5. Varie attività
  6. Situazione Attuale

Gli esordi: Synchro Model Agency

Naomi Campbell Una giovane Naomi
Una giovane Naomi

Naomi Campbell è nata nel 1970 a Streatham, Londra. Ha i capelli castani e gli occhi color nocciola, ma indossa spesso lenti a contatto colorate, blu o verdi. Ha studiato alla Dunraven School e alla London Academy for Performing Arts, alla scuola Italia Conti Academy ed è apparsa nei video musicali di Bob Marley. Venne scoperta all’età di 15 anni mentre camminava a Covent Garden da Beth Boldt, dell’agenzia Synchro.

Dopo essere stata scoperta, venne scritturata dall’agenzia e la sua carriera decollò rapidamente. Sempre in viaggio verso Parigi, incontrò Azzedine Alaïa, con il quale divenne intima e grazie alla cui amicizia ebbe la possibilità di incontrare molte celebrità.

Gli anni d’oro

Vogue

Naomi Campbell Copertina Vogue Francia 1988
Copertina Vogue Francia 1988

A dicembre ’87, è apparsa sulla copertina di Vogue Inghilterra, come prima cover girl di colore dal 1966. Nell’agosto dell’88, all’età di 18 anni, è stata la prima donna di colore ad apparire sulla copertina di Vogue Francia. Un anno dopo, è apparsa sulla copertina del numero di settembre di Vogue America, numero che si dice essere stato il più venduto di tutti i tempi.

Supermodella

Naomi Campbell Scatto alle supermodelle, Herb Ritts
Scatto alle supermodelle, Herb Ritts

Negli anni ’80 e ’90 ha guadagnato lo status di top model ed è stata considerata una delle sei supermodelle della sua generazione. Ha sfilato in passerella per i designer: Gianni Versace, Azzedine Alaïa, Ralph Lauren, BlueMarine, Alessandro Dell’Acqua e Isaac Mizrahi. Inoltre, è stata modella per famosi fotografi come Peter Lindbergh, Herb Ritts e Bruce Weber.

Nell’aprile ’92, è apparsa sulla copertina del centenario di Vogue America, in una foto scattata da Patrick Demarchelier, insieme a diversi altri modelli di punta. Un anno dopo, nel ’93, è sfilata in passerella con le scarpe di Vivienne Westwood, successivamente esposte al Victoria and Albert Museum di Londra.

Le difficoltà

Naomi Campbell Vogue America, 100° anniversario, 1990
Vogue America, 100° anniversario, 1990

Tra il 1998 e il 2009 è stata accusata ben 11 volte di violenza e maltrattamenti ai dipendenti, ai collaboratori e ad estranei. È stata condannata a Toronto (1998) per aver aggredito la sua assistente con un telefono cellulare. Nel 2006, diversi altri dipendenti si erano fatti avanti dichiarando di essere stati abusati da Naomi. Si è dichiarata colpevole almeno quattro volte e ha frequentato corsi di gestione della rabbia, completata la pena che prevedeva un monte ore di servizio alla comunità e pagato le multe. Inoltre, è stata bandita da British Airways dopo un incidente a mezz’aria.

L’Elite Model Management, che rappresentava la Campbell dall’87, l’ha licenziata nel settembre ’93, con la motivazione che “nessuna somma di denaro o prestigio potrebbe giustificare ulteriormente l’abuso” a personale e clienti. Il fondatore dell’élite John Casablancas la descrisse come “manipolatrice, intrigante, maleducata e impossibile”. Conosciuta per il suo temperamento stravagante e le sue avventure amorose, tra cui il pugile Mike Tyson, il ballerino Cortes, l’imprenditore Flavio Briatore e Usher.

Fashion Cafe

Naomi Campbell Elle McPherson, Claudia Schiffer e Naomi Cambell all'inaugurazione del Fashion Cafe
Elle McPherson, Claudia Schiffer e Naomi Cambell all’inaugurazione del Fashion Cafe

Naomi ha deciso di diversificare le sue attività e, con Elle McPherson e Christy Turlington, ha inaugurato il Fashion Café. L’impresa non ha avuto successo e gli amministratori sono stati arrestati per frode, bancarotta e riciclaggio di denaro nel ’98. Poi, ha co-scritto il libro Swan, registrato un paio di canzoni e creato l’album Babywoman. Inoltre, ha partecipato a video di famosissimi cantanti come Michael Jackson; ha presentato un profumo col suo nome e ha avuto l’onore di essere raffigurata in una bambola e una statua di cera al Madame Tussaud. Finora, ciò che meglio le è riuscito è stato sfilare.

Per oltre vent’anni, Naomi Campbell non ha solo indossato abiti che i designer le hanno dato, ma li ha interpretati, dando loro la vita. Nel 2007, ha sfilato in passerella per i 60 anni di Dior a Versailles.

Varie attività

Nel 2013 ha lanciato il suo reality, The Face. La serie parla di un gruppo di aspiranti modelli in competizione l’uno con l’altro. La Campbell è produttore e coach per lo show.

Nel 2014, all’età di 44 anni, Naomi è pronta a scendere definitivamente dalla passerella e ad andare dietro le quinte della moda: ha aperto un negozio votato alla beneficenza nel centro commerciale Westfield di Londra, chiamato Fashion For Relief. Il negozio vende abiti e accessori moda anche a celebrità e amici come Kate Moss.

Naomi Campbell Fashion For Relief 2015
Fashion For Relief 2015

Fashion For Relief ha presentato show a New York, Londra, Cannes, Mosca, Mumbai e Dar es Salaam, e ha raccolto milioni di dollari per varie cause. La Campbell è rimasta un’attivista che ha combattuto per il bene dei bambini in Africa, insieme a Nelson Mandela, dal 1997.

Tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 viene lanciata una vasta gamma di prodotti firmati dalla modella per TCC, azienda leader nei programmi di fidelizzazione. I prodotti, tra cui gioielli, articoli tessili per la casa, borse e valigie sono stati utilizzati dalle catene di vendita al dettaglio, in franchising o meno, per premiare i clienti nelle campagne di fidelizzazione.

Situazione attuale

Naomi Campbell Versace primavera/estate 2018, sfilata " a Tribute to Gianni Versace"
Versace primavera/estate 2018, sfilata ” a Tribute to Gianni Versace”

Nel 2017 la Campbell sponsorizza gioielli in argento e articoli da regalo di lusso, diventando ambasciatore di un marchio che sta aprendo il suo primo negozio in Irlanda del Nord.

Momento da ricordare la collezione primavera/estate della Fashion Week di Milano 2018: la sfilata di Versace, dove le supermodelle “originali”, Naomi Campbell, Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Carla Bruni e Helena Christensen, tornano sulla passerella in abito dorato, per rendere omaggio al defunto stilista Gianni Versace. Il momento del ricongiungimento è davvero memorabile, il pubblico ha accolto i modelli con applausi e standing ovation.

Fino al 2018, Naomi Campbell vanta 500 copertine, sfilate per innumerevoli marchi di lusso e un continuo impegno umanitario, soprattutto per il Sud Africa.