GUINNESS

Studia arte per un anno, poi inizia una carriera come produttrice di video. Nel 1989 cambia direzione e avvia una sua piccola attività nella moda. Disegna e fa produrre artigianalmente borse ventiquattrore. Dopo qualche stagione, si lancia con borsette da sera. Ha successo. Piace moltissimo il suo stile eccentrico, meglio rappresentato dalla borsetta cult a forma di vaso di violette (un esemplare è nella collezione di moda del Victoria & Albert Museum di Londra). Dal ’90 espone alla London Fashion Week e lavora come consulente per grandi firme come Norman Hartnell, Caroline Charles, Tomasz Starzewski, Colette Dinnigan, Mark Whitaker, Clements Ribeiro e Lucien Pellat-Finet. Per i grandi magazzini Debenhams, crea una linea di borse da sera a buon mercato. Apre il suo primo negozio con la stilista giornalista Selina Blow nel ’95. L’anno seguente, inaugura un negozio atelier a Ledbury Road nella zona trendy di Portobello e, 3 anni dopo, il suo punto vendita più importante, vicino a Sloane Street dove vuole creare una sorta di club per le sue clienti affezionate come le attrici Elisabeth Hurley, Judi Dench e Madonna.