Atelier Gustavo Lins

Nato in Brasile, Gustavo Lins si è dedicato inizialmente agli studi di architettura. In seguito ha lavorato come free lance realizzando fantasie per i tessuti di Castelbajac, Gaultier, Kenzo e Galliano a Parigi per poi decidere di creare nel 2003 la propria linea di abbigliamento per uomo e per donna, distribuita nelle più importanti boutique del mondo. Pelle, tessuto, costruzioni architettoniche di ispirazione orientale che ricordano certe collezioni del primo Gianfranco Ferré.

Cox

Lavora in Inghilterra. È conosciuto per il suo segno moderno e anticonformista. Dal 1997 realizza anche una collezione di abbigliamento per uomo e donna. Ha studiato a Londra presso il Cordwainers Technical College, dove, ancora allievo, è stato notato da Westwood che lo ha chiamato a collaborare alla sua collezione autunno-inverno ’84-85. Appena diplomato, nell’85, inizia una propria linea, pur continuando a lavorare per colleghi e maison famosi: Galliano, Sui, Hamnet, Lanvin. Nel ’91, inaugura il suo primo negozio a Londra, in Symons Street.

Flett

Un talento selvatico che non ha mai potuto realizzarsi in pieno. Si diploma alla Saint Martin’s School nel 1985. Le sue prime collezioni, di taglio elaborato, teatrale e ultrasexy, vengono comprate da Joseph, a Londra, e da Bergdorf Goodman a New York. Nell’88 affronta la prima passerella insieme a Galliano, Jasper Conran e Betty Jackson, ma le risorse finiscono quasi subito e, l’anno dopo, si reinventa assistente di Montana a Parigi e, successivamente, di Enrico Coveri a Firenze. Appena prima di firmare un contratto con Zuccoli, per disegnare una linea di impermeabili e maglia, muore di infarto a Firenze il 18 gennaio ’91.