Agnès

Prende il nome da una modista che fu considerata la maestra del cappellino art déco. Agnès fa il suo apprendistato nell’atelier di Caroline Reboux e apre una boutique a Deauville dopo la prima guerra mondiale. Artisti come Léger, Mondrian e Delaunay disegnano per lei tessuti esclusivi. Si trasferisce a Parigi. Negli anni ’30, utilizza con successo materiali inediti come la gomma. Nel ’49, si mette in pensione e poco dopo muore.

Barthet

Modista francese, fondatore dell’omonima casa di moda. Nel 1949 lancia a Parigi la sua prima collezione di cappelli. Negli anni ’60, viene considerato uno dei più grandi creatori-modisti del mondo. Fornisce modelli per le collezioni di Montana, Rykiel e Ungaro.