Cammarata

Dopo aver conseguito la laurea in architettura a Palermo e la specializzazione in fashion alla Domus Academy di Milano, esordisce nel campo della moda, prima collaborando con Diego Della Valle, poi, raccogliendo la tradizione orafa di famiglia, decide di dedicarsi al gioiello. Nel ’96 fonda la Cammarata Gioielli e apre un suo atelier a Milano in via Statuto dove inizia a presentare al pubblico le sue collezioni in oro, argento, perle e pietre di gusto materico-informale. Facendo tesoro della lezione dell’arte moderna — da Klimt a Mondrian, dall’astrattismo al surrealismo — e rivisitando le tecniche dell’oreficeria classica — la granulazione come la satinatura — giunge a elaborare proposte di forte segno personale. Trasferitosi nel 2000 nel nuovo spazio di largo Treves, inaugura una vivace attività espositiva coinvolgendo anche altri artisti orafi nell’organizzazione di mostre collettive: fra gli altri, Giovanni Corvaja, Karl Reister, Jacqueline Ryan. La sua ricerca fa ricorso a nuovi materiali come la pelliccia, le piume, il legno intarsiato e continua a sviluppare un linguaggio espressivo sempre più raffinato attraverso la lavorazione dei metalli preziosi. Nel 2003 ha trasferito uffici e laboratori in via Spalato, dedicandosi soprattutto alla collaborazione stilistica con grandi maison per le quali disegna gioielli e accessori preziosi. Le sue creazioni continuano a essere vendute a Milano nel negozio di largo Treves, gestito ora da Haidea, e, a New York, da Barney’s.