Bartlett

Ha conquistato una reputazione internazionale come innovatore della moda maschile. Nato a Cincinnati, Ohio, inizia a disegnare a 16 anni ispirandosi all’abbigliamento Brooks Brothers e alle divise della Salvation Army, l’Esercito della Salvezza. Si laurea ad Harward in sociologia e, in seguito, si specializza a Londra in Economia. Torna negli Usa nel 1986 e, dopo essere entrato a far parte del Fashion Institute of Technology, inizia a disegnare per Willi Wear. Nel ’92 apre un negozio nel West Village e lancia la sua prima collezione maschile. Gli addetti alle cronache della moda scrivono che i suoi abiti in lino invecchiato, seta e denim restituiscono all’uomo i caratteri di una perduta mascolinità. Nell’aprile del ’97, porta in passerella la sua prima collezione da donna, ispirata ai film noir di Hollywood anni ’40. In quello stesso ’97, raggiunge un accordo con la Genny Holding per produrre e distribuire le sue collezioni in Italia.

Dal 1998 al 2000 John è stato direttore creativo di Byblos. Dopo aver chiuso la sua compagnia nel 2002 per un anno sabbatico in Cambogia e Thailandia, torna nel 2003 per presentare una collezione di abbigliamento sartoriale. Nel 2007 John apre il suo primo negozio nel cuore del West Village a New York, che si svilupperà anche attraverso collaborazioni con artigiani. Nel gennaio 2008 John diventa direttore creativo per la collezione maschile Claiborne, che viene lanciata nella primavera 2009.

Andrea Turchi

Il marchio Andrea Turchi nasce nel luglio 2000. Dopo varie esperienze all’interno di aziende come Byblos, Alessandro Dell’Acqua, lo stilista realizza il proprio desiderio di affermarsi sul mercato internazionale con il proprio marchio. Ogni capo realizzato parte da un’idea elaborata sul manichino e ciò non classifica necessariamente il capo come pezzo d’alta moda, ma anzi diventa nella sua unicità ripetibile anche industrialmente grazie a tecniche di lavorazione in scala innovative e proprietarie, condivise con i nostri laboratori. Tutto è Made in Italy: segno indelebile di distinzione che può ancora dar vita a una perfetta armonia tra stile, prodotto e business.

Dalal

A 21 anni ha stupito il mondo della moda newyorkese presentando la sua prima collezione uomo che ha subito vinto il premio del Cfda (Associazione dei designer di moda degli Stati Uniti) come miglior giovane stilista del 1998. Celebrato dalle migliori riviste americane come astro nascente del prêt-à-porter, Sandy Dalal, newyorkese di nascita e indiano d’origine, ha imparato l’arte della moda sul campo. A 17 anni decide di abbandonare la Parsons School (l’università della moda) e di seguire la madre che lavorava nel Garment District, nel quartiere newyorkese dei confezionisti, e lì impara il mestiere dello stilista. I suoi abiti sono dedicati a un uomo giovane, sportivo con un tocco di eleganza o elegante con un tocco di pazzia.
2002, febbraio. È nominato direttore creativo della linea uomo International Concept Brand. Fino a gennaio aveva lavorato da Genny, per cui ha disegnato la linea uomo di Byblos.

Byblos

Marchio nato nel 1973 per iniziativa di Arnaldo Girombelli, il fondatore della Genny Holding, e di suo fratello Sergio. Byblos punta a vestire persone giovani, di età e di spirito, proponendo una moda fresca e disinvolta. Nella storia di questa linea ha un ruolo fondamentale l’allora quasi debuttante Gianni Versace che disegna le collezioni dal ’75 al ’77. Successivamente, dall’80 al ’96, sono due inglesi, Varty e Allan Clever, a reggere il timone stilistico. Da colori accesi, fantasie, stampe e forme audaci, la linea passa via via a una fase più sobria pur conservando un’impronta giovane e sofisticata. Nel ’97, è chiamato alla direzione artistica l’americano Richard Tyler. Gli succede John Burtlett. 
2003. Il team creativo è formato da Stefano Citron (ex Krizia e Mila Schön), Federico Piaggi (ex Max Mara, Sportmax, Trussardi, Valentino, Mila Schön), Greg Myler (ex Erreuno, Krizia, Mila Schön). Un agguerrito triumvirato per la griffe che la Swinger ha acquistato da Prada.
2009. Oggi l’anima creativa di Byblos è Manuel Facchini.