Bender

Coglie la coda della Swinging London e di quell’esplosione di moda giovane, rivoluzionaria. Diplomata alla Saint Martin’s School of Art e al London College of Fashion, entra nella mischia con la boutique Bus Stop in Kensington Church Street. Le è socio il marito Cecil. Vendono vestiti abbastanza "gridati", di tendenza estrema ma abbordabili economicamente. L’etichetta Bus Stop calamita successi anche negli Stati Uniti. Nel 1980, l’avventura finisce. Due anni dopo, dandosi una calmata stilistica, Lee Bender si riaffaccia alla ribalta, con un nuovo negozio che, in Knightsbridge, porta il suo nome.
2001. È sotto contratto come consulente di moda per alcune compagnie britanniche e asiatiche. Cura in particolare la penetrazione sul mercato orientale di case occidentali.