Boni

Fiorentina, si diploma al liceo linguistico. Alla fine degli anni ’60, si lega al Gruppo Ufo: dalla contaminazione tra architettura, arte e moda, allora inedita in Italia, nasce la prima boutique di "dressing spontaneo", You Tarzan Me Jane (a Milano in alleanza con Annalisa Castellini; a Firenze e Forte dei Marmi con Elisabetta Ballerini) che nel 1973 ha l’onore di una copertina su Domus, la storica rivista di architettura e design fondata da Gio Ponti. All’inizio, la stilista disegna abiti e accessori per il negozio: dal 1975, con il proprio nome come marchio, si integra nel sistema-moda con collezioni complete e sfilate. Diversamente da altri protagonisti della neo-avanguardia, in debito con il futurismo di Balla e il costruttivismo di Delaunay, il suo stile è sempre più cosciente del corpo e sensuale, soprattutto per l’uso di materiali stretch o morbidi come l’organzino. Nell’85 firma un accordo con il gruppo Gft di Torino, che oggi produce e distribuisce anche la nuova linea maschile; nel ’99 apre una grande boutique monomarca a Milano in via del Gesù. 
Nel 2003 il Gruppo Inghirami acquista il 50% del marchio, insieme al diritto di produrre la collezione uomo. Di recente inoltre Chiara è entrata nel mondo sposa: per la sposa come per il prêt-à-porter, crea pensando alle donne del terzo millennio, con la loro voglia di essere femminili, ma anche di sentirsi a proprio agio, libere di scegliere tra tradizione e innovazione, tra romanticismo e seduzione. Per il grande passo che l’ha portata a creare una linea sposa, Chiara Boni ha stretto un accordo con Elena Della Rocca, rinomata azienda con una solida esperienza di quasi mezzo secolo nel settore.