Bonfils

Ha lavorato molto in Italia negli anni ’60 e ’70, come creatrice per Max Mara, Prénatal e Benetton. Bellissima, monellesca, quasi sempre vestita di niente, è stata una musa del milanese bar Giamaica e delle feste che i fratelli Guido e Sandro Somaré, entrambi pittori, davano nel loro studio di via Rossini. Alla moda, Lison è arrivata debuttando a 17 anni come mannequin fissa di Dior e dal ’58 come redattrice di Elle. Negli anni ’80, ha disegnato per il marchio Mic Mac, varato a Saint Tropez nel ’56 dal play boy Gunther Sachs e, più tardi, rilevato dal finanziere Bernard Tapie, la cui uscita di scena per guai giudiziari ha costretto al ritiro dal grande giro del sistema moda anche Lison.