Fede

Dopo un periodo di studi svolti tra Oxford e Londra, si trasferisce a Sidney e poi a Singapore dove inizia le sue prime esperienze nel mondo della moda. Ma è a Roma, nel 1992, che comincia davvero la sua carriera: per Fausto Sarli disegna gli accessori uomo e l’intera collezione di cravatteria. Nel ’93 inizia una ricerca nell’ambito delle nuove tecnologie applicate alle fibre naturali e, nel ’96, in collaborazione con la Du Pont de Nemours, confeziona polo e T-shirt in seta e cotone anti macchia con la griffe AX Alexandra Fede. È sempre nel ’96, che trasferisce il suo atelier in Piazza di Spagna. Si dedica all’Alta Moda, confezionata con tessuti anti piega e stabili dimensionalmente al lavaggio a macchina. Nel ’98 lancia Stressless, un filato a base di carbonio trilobato, destinato alla protezione totale dalle onde elettromagnetiche e alla dissipazione dal corpo dei campi elettromagnetici, tramite una complessa dinamica di ionizzazione delle cariche. Nel luglio dello stesso anno, sfila sulla passerella dell’Alta Moda autunno-inverno 1998-99 e, per questa collezione, presenta l’Abito d’Oro realizzato con la tecnologia Mitsubishi di derivazione spaziale, entrato poi nel "Guinness dei Primati". Nel gennaio del ’99 mostra a Pitti Immagine Uomo la Collezione Anti-Violence, realizzata con un tessuto anti proiettile. Nel 2001, si laurea in Tecnologia delle Fibre Avanzate a St. Louis Missouri e promuove l’archivio storico di oltre 6 mila costumi del Teatro alla Scala. Nel 2002, riceve l’incarico dalla Du Pont de Nemours per la creazione della collezione BodySculptor da lei disegnata utilizzando fibre Lycra e Tactel con tagli innovativi. Nel novembre 2003, ha organizzato, a Parigi, il Wear Hi-Tech Fashion Show, un evento dedicato all’abbigliamento intelligente.