Amey

Nasce in Arizona. Studia design alla Chouinard di Los Angeles e comincia a lavorare nella moda. Scoppiata la guerra di Corea si arruola in aviazione. Proprio sotto le armi, in società con un commilitone, disegna abiti per le mogli dei soldati della sua base aerea in Nuovo Messico. Dopo il congedo, si trasferisce a New York e riprende gli studi alla Parson’s School. Non li porta a termine. Lavora per molte case di moda, ma, per carattere, non mette radici in alcuna maison. Si mette in proprio: insieme al suo ex commilitone Joseph Burke fonda, nel 1959, la Burke-Amey. Al suo apice la società ha 40 addetti. Nel ’70, Amey rileva la quota del socio e avvia la Ronald Amey Inc. Come molte case di moda nei primi anni ’70, la nuova impresa stenta a decollare, i critici considerano i suoi modelli troppo innovativi. Prima della sua morte, lo stilista collabora con Aurora Ruffolo.