A.F. Van Der Vorst

La loro prima collezione donna sfila a Parigi nel marzo del ’98, firmata dal marchio che unisce le iniziali di lui, Filip Arickx, al cognome di lei, An Vandervorst. Alla seconda collezione, vincono Vénus de la Mode per i futuri grandi creatori. Dopo essere stati compagni di scuola alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa, uno passa per l’atelier di Dirk Bikkembergs, l’altra disegna per qualche anno gli accessori per Dries van Noten. Il loro lavoro è fortemente influenzato dall’arte contemporanea, in particolare dalle opere del tedesco Joseph Beuys. Disegnano la linea di pelletteria Ruffo Research. Il marchio firma anche una linea di calzature, accessori e una collezione di lingerie che gli stilisti hanno battezzato Nightfall.

2009. Uno stile ricercato, ricco di tradizioni, ma pronto a essere sovvertito con colori vivaci, il tutto racchiuso in un simbolo: una croce rossa.

Amiralai

Stilista belga, nata da madre tedesca e padre siriano. Ha frequentato il corso quadriennale di Fashion Design della Royal Academy of Fine Arts di Anversa con molto successo, vincendo numerosi premi per le collezioni di "fine anno", tra cui, al terzo corso, il Christine Mathijs Prize per la collezione Ovaron. Un premio particolarmente prestigioso perché viene assegnato da Dries Van Noten, uno dei più noti stilisti belgi. Ovaron comprendeva abiti ispirati alla storia di una vita: sui capi erano stati applicati testi scritti, illustrazioni, documenti di viaggio e piccoli oggetti. Il suo stile risente delle sue radici ed è influenzato dai colori e dai tessuti del mondo arabo.