Huybens

Nata a Leuven, arriva alla moda dopo un percorso anticonvenzionale: è dapprima ballerina, poi costumista, infine apprendista in sartoria. Nel 1990 apre il primo negozio a Gent. Impiega mussola di seta, lana, mohair, cuoio e li reinventa con fiori secchi, lische di pesce, gelatina alimentare, piume. Predilige le forme rotonde, che assecondano la silhouette, o le linee gotiche e destrutturate. L’ispirazione è la natura, il bricolage naïf dell’infanzia. Le sfilate sono veri défilé-happening, a cavallo tra arti e ambienti. Con il landscape architect Patrick T’Hooft, forma il team creativo dei Flemish Primitives, perché "designers share one nest": i designer condividono un unico nido.