Great China Wall

Marchio di abbigliamento vintage dietro cui si cela Alfredo Settimio, "fuggito" dall’Italia nel 1989 per farsi una nuova vita professionale a Los Angeles. Dieci anni dopo mette in pratica l’idea di trasformare abiti usati in pezzi unici, con stampe, ricami e decorazioni. I primi clienti sono gli amici più stretti, che spingono Alfredo a continuare una inesausta ricerca di capi interessanti, nei mercatini e negozi d’America e del mondo. Il nome deriva da uno dei primi "adattamenti" fatti con paillette e perline di cristallo, su una maglietta souvenir della Muraglia cinese. A maggio 2001, apre il negozio di Melrose Avenue: i circa 50 mila pezzi unici, confezionati a mano da una famiglia di messicani alle dipendenze di Settimio, possono essere acquistati con ordinazioni via fax o di persona, anche in altri negozi di Los Angeles, Milano, Parigi e da Henry Bendel a New York. Le giacche e i pantaloni di Settimio sono lo sfizio preferito di dive come Nicole Kidman.