Sozzani

Franca (1950). Giornalista italiana. Direttrice di Vogue Italia. Giovanissima, laureata in Lettere e filosofia, entra in Condé Nast come redattrice di Vogue Bambini, passa poi a occuparsi di Lei (versione italiana dell’americano Glamour) di cui diviene direttore nel 1979. Nell’82, fonda Per Lui, versione maschile di Lei. Nell’88 assume la direzione di Vogue. Figura di riferimento di tutto il settore moda dal grande stilista all’emergente, ha saputo inventare con piglio innovativo e creatività ardita una nuova immagine. Ha lanciato dalle pagine di Vogue quelli che sono diventati i numeri uno della fotografia e della comunicazione di moda. Di aspetto delicato e fragile, è in realtà donna dalla volontà di acciaio, dotata di una particolare intuizione e interesse per la “scoperta” e la ricerca e con una rara capacità di sintesi e decisione. Viene, a giusto titolo, considerata il più interessante e originale personaggio nel panorama editoriale internazionale della moda. È spesso trailer di stili emergenti e tendenze anche estreme, che nascono e si precisano, in anteprima, sulle pagine della sua rivista, che ha un indubbio potere di influenza. Dal ’94, è direttore editoriale di tutte le testate della Condé Nast italiana. Una delle donne più influenti nel mondo della moda, ha scritto pagine fondamentali legando indissolubilmente il suo nome a quello di Milano e alla moda. È diventata uno dei soci emeriti di Oxfam. Il figlio fotografo Francesco Carrozzini le ha dedicato un film che segna il suo debutto come regista e che è stato accolto con grande successo ed entusiasmo nell’ambiente. “Franca: Chaos and Creation“, è stato presentato all’edizione 2016 del Festival del Cinema di Venezia. È morta il 22 dicembre 2016.