Outerbridge

Paul (1896-1958). Fotografo newyorkese. Studia anatomia ed estetica all’Art Student League, fotografia alla Clarence White School e scultura con Alexander Archipenko. Contemporaneamente lavora come disegnatore, pittore, scenografo e designer. Nel 1925 si trasferisce a Parigi, dove apre un suo studio fotografico e dove frequenta l’ambiente artistico e della moda che ruota attorno a Man Ray e Hoyningen-Huene. Si trasferisce quindi a Berlino e poi a Londra, prima di tornare, nel 1929, a New York dove collabora con le più note riviste di moda, da Vogue ad Harper’s Bazaar. Dal 1943 si trasferisce in California spostando i suoi interessi prima verso il ritratto e infine verso il reportage. Pur avendo in vita pubblicato un solo libro e realizzato una sola mostra, negli anni ’80 è stato riscoperto con numerose esposizioni (fra cui una a San Francisco e una alla Photokina di Colonia) e due monografie.