Nautica

Marchio americano di prêt-à-porter sportivo e casual varato da David Chu nel 1983, con una collezione da uomo ispirata soprattutto a un look militare o da atleta. Chu, nato a Taiwan, spiccato talento per il disegno, inizia a studiare architettura e progettazione. Si trasferisce a New York per frequentare un corso di disegno al Fashion Institute of Technology. Debutta con sei pezzi sportivi e funzionali che gli garantiscono un subitaneo successo. Da allora, il marchio include anche una vasta linea di accessori e un profumo. Nel ’97 Chu crea la prima collezione di costumi da bagno e di vestiti per donna che viene accolta benissimo. Allarga, quindi, il campo all’arredamento della casa e agli abiti per bambini. Il marchio, il cui logo è una barca a vele gonfie di vento, ha 100 negozi sparsi per il mondo. &Quad;Il nuovo secolo viene inaugurato con il lancio di Nautica Jeans Company e con una nuova fragranza, Latitude Longitude. Apre il negozio newyorkese di Rockefeller Plaza. Nautica assume il controllo della Earl Jean Inc., per 45 milioni di dollari. Oltre a Earl Jean, la società già possiede i brand John Varvatos, E. Magrath e Byron Nelson. L’acquisizione porta al lancio, in ottobre, di una linea di cinture in pelle, stivali militari, desert boot e zoccoli. Il 2002 si chiude con un incremento delle vendite al netto: dai 692 milioni di dollari dell’anno precedente a quasi 694 milioni. Warnaco Group è il nuovo licenziatario di Nautica Apparel, il dipartimento dello swimwear. Presentata a luglio 2003, la nuova collezione di abbigliamento mare per donna e bambino sarà interamente prodotta, distribuita e commercializzata dal gigante dello swimwear. David Chu festeggia i 20 anni della collezione mare con una sfilata a Milano. Sempre nel 2003 il brand viene acquisito dalla holding statunitense VF Corporation, specializzata in outwear e sportswear e proprietaria di brand come Wrangler, Lee, Eastpak. L’obiettivo del gruppo è di reindirizzare i consumatori della fascia medio-alta verso il brand, aumentando i prezzi e dando alle collezioni un alone di maggior qualità e lusso, ad esempio con una nuova linea uomo, che sfila alla settimana della moda di New York. Il lavoro di Mirian Lamberth, nuovo direttore creativo di Nautica, dopo l’esperienza da Tommy Hilfiger, è quello di conferire al look del brand, fatto di classiche polo e pantaloni casual, un look più elegante che avvicini fasce più alte di consumatori.