Mizrahi

Isaac (1961). Stilista americano. Lavora a New York. Dopo un decennio di successi, cadenzati nel 1988, anno della sua prima collezione, dal premio del Council of Fashion Designers of America Perry Ellis Award e, nell’89, da quello che il Council destina al migliore creatore dell’anno, ha dovuto ridimensionarsi drasticamente, sino a rinunciare alle sfilate newyorkesi dall’autunno del ’98. Diplomato alla Parson’s School, ha fatto gavetta da Ellis, da Banks e da Calvin Klein. Arriva l’annuncio ufficiale della chiusura, dopo dieci anni di attività. Tra i motivi quello finanziario certo, ma anche un crescente coinvolgimento nel mondo dei format televisivi, nel teatro off-Broadway e nella scrittura di romanzi e fumetti. Per il personaggio di Sandee the Supermodel si parla di una trasposizione cinematografica per mano della Dreamworks. L’Isaac Mizrahi Show riscuote un buon successo, con la sua formula che inframmezza il gioco a premi con le partecipazioni speciali di amici vip. Per quanto riguarda la produzione di moda, il designer, di origini egiziane, continua a disegnare una linea di giacconi, una di scarpe e una di gioielleria.