McQueen

Alexander (1969). Stilista inglese. Nel ’97, non ancora trentenne, è nominato con non poco scalpore, direttore artistico di Givenchy, la maison francese che ha vestito Audrey Hepburn, una delle donne più eleganti del mondo. Il giovane e trasgressivo talento, insignito nel ’96 del titolo di stilista dell’anno, vanta una carriera di tutto rispetto. A 16 anni decide di lasciare gli studi bussando alla porta di Anderson e Shepherd, sarti a Savile Row; poi lavora con i costumisti teatrali Bermans e “Nathan imparando ben sei metodi di taglio. Successivamente collabora con lo stilista giapponese Koji Tatsuno e con l’italiano Romeo Gigli. Torna a Londra nel ’92 per completare la sua formazione alla Saint Martin’s School of Art. Qui presenta la collezione che l’avvia verso una ribalta internazionale. The Birds, The Highland rape, The Hungere, Dante sono alcune delle sue linee più recenti.  McQueen entra come stilista a far parte del Gruppo Gucci al quale ha ceduto il 51 per cento del proprio marchio. Domenico De Sole, entusiasta del nuovo acquisto, punta molto sul suo investimento strappato allo schieramento avversario della Lvmh. Nuova linea di abbigliamento maschile in collaborazione con H. Huntsman and Sons, famosa sartoria fondata nel 1849 con sede al numero 11 di Savile Row. Per McQueen un vero ritorno alle origini. Proprio in una sartoria di Savile Row ha avuto origine la sua carriera. La collezione, esclusivamente su misura, unisce la genialità e la sensibilità dello stile McQueen e l’abilità sartoriale e artigianale della più classica sartoria londinese. Si compone di 12 modelli per realizzare i quali occorreranno dalle 4 alle 6 prove per un periodo di 5 mesi di lavoro. Sarà venduta in esclusiva nelle boutique McQueen.  Lo stilista ha ricevuto dalla regina Elisabetta d’Inghilterra il prestigioso Commander of the Most Excellent Order of the British Empire, per il suo “importante contributo all’eccellenza della moda inglese”. È l’ultimo in ordine di tempo che ha ricevuto l’importante riconoscimento: prima di lui era toccato a Sting e ad Anish Kapoor, chitarrista dei Pink Floyd. &Quad;2003, giugno. Con una cerimonia presso la New York Public Library, il Council of Fashion Designers of America (Cfda) ha assegnato il premio 2003 destinato ai migliori stilisti americani e non. Tra oltre quattrocentocinquanta designer, il Fashion Design Award come miglior designer internazionale è stato assegnato ad Alexander McQueen, che succede a Hedi Slimane premiato lo scorso anno. Nel gennaio 2006 nasce “McQ — Alexander McQueen”, una linea basata sul denim. Le collezioni includono abbigliamento da donna, uomo e accessori. Tutto è prodotto e distribuito nel mondo da SINV S.p.A.