Fürstenberg (von)

Lo chiamano il principe-stilista e lui sta al gioco. D’altra parte, è per pura passione che Egon, figlio di Tassilo e di Clara Agnelli, si è ritrovato a disegnare vestiti invece che avviarsi a una più regolare carriera di banchiere alla Chase Manhattan Bank, dopo una laurea in Economia e Commercio a Ginevra. Il suo debutto è del ’75, con una collezione di pullover e camicie da uomo destinate al mercato della grande distribuzione americana: è un successo. Il grande salto, nell’84, è l’incarico ricevuto dalla Lubiam di disegnare una linea di cappotti e capispalla che viene prodotta tuttora, con il nome di Prince Egon. Qualche anno dopo, è la volta delle collezioni di taglie forti per alcuni grandi magazzini italiani. Nel ’90, l’ingresso nell’alta moda, sulle passerelle di Roma, e il debutto nello stilismo degli abiti da sposa e da cerimonia. Una trentina le licenze, dai cosmetici agli occhiali da sole, dai tessuti d’arredamento ai divani in stile, alle cravatte, alla piccola pelletteria.