Fay

Nasce nel 1960 come piccola casa dedicata all’outerwear. L’azienda viene fondata da un certo Mr. Fay, per soddisfare le esigenze di lavoro dei pescatori dello stato americano del Maine. L’unico capo in produzione era un giaccone da lavoro a quattro ganci. Il gruppo Della Valle rileva il marchio nel 1986, imprimendo all’azienda il proprio stile e la propria strategia, che fruttano un immediato ampliamento della produzione e delle vendite. Negli anni ’90 il classico giubbotto a quattro ganci viene affiancato dalla Travel jacket, dalla Motor jacket, dalla Double coat e dalla Manhattan jacket. Oggi Fay, che è considerato il "Burberry italiano", produce giubbotti ispirati a quelli dei pompieri di New York, pantaloni e giacche per uomo, abbigliamento femminile e borse, sempre con un occhio di riguardo alla funzionalità e alla praticità, sotto il segno dell’eleganza informale. A metà novembre 2002 è stato inaugurato il primo negozio Fay, in via della Spiga a Milano. Lo ha disegnato l’architetto statunitense Philip Johnson. 
Nel 2008 Fay continua ad incrementare il suo fatturato del 10% e per la collezione 2009 sceglie Giles Deacon, già conosciuto per le sue collaborazioni con Gucci, Bottega Veneta e Daks.