Di Andia

Nel 1992 è stata chiamata a disegnare la collezione d’alta moda della Maison Carvzen, ha avuto successo e ha continuato a farlo sino a quando la casa non ha deciso di abbandonare l’haute couture. Nata a Santiago del Cile da madre scozzese e padre cileno, a 10 anni è in Francia con la famiglia. Studia all’Istituto per l’Arte di Firenze e alla scuola di stilismo della Chambre Syndicale de la Confection et de la Couture. Fa pratica da Torrente. Dopo l’esperienza di primo piano da Carven, nel ’97 lancia la sua prima collezione che battezza La valise d’Alejandra. Non ha la presunzione di reinventare la moda: i suoi vestiti sono semplici, facili da mischiare, ben tagliati. Produce in Francia, tranne la maglieria che fa lavorare a Napoli. Ha sfilato a Milano nel settembre ’99.
2009. Alejandra si occupa oggi di abiti da sposa, uniformi per le aziende, come banche e gioiellerie, e di consulenze di moda.