Descamps

Marc-Alain (1930). Psicanalista francese. Nel suo libro Psicosociologia della moda, analizza la moda come una struttura di elementi sistematici e costanti: il bisogno di cambiamento, il gioco di imitazione, l’appartenenza a un gruppo, il gusto e le tendenze collettive, il bisogno individuale di differenziarsi e l’aspetto economico. Il vestito è in sé un codice di comunicazione, trasmesso attraverso il tessuto, le forme, i colori, che esprimono stati d’animo, personalità, classe sociale, mestiere, livello culturale e aspirazioni di chi lo indossa.