De Rigo

Gruppo italiano ai vertici nel settore degli occhiali da sole di alta qualità: per volumi (30 mila pezzi al giorno), è il secondo al mondo. Lo fonda nel 1978 a Pozzale di Cadore Ennio De Rigo: un laboratorio per la produzione di occhiali da vista. Questi i risultati di 20 anni d’attività: 670 modelli nei vari marchi di proprietà (Police, Sting, Vogart, Rolling, Charme, Old Italy e lo storico Lozza nato nel 1878 e acquisito nel 1993) o in licenza (Fendi, von Fürstenberg, Martini Racing, Fila, La Perla) o in alleanza societaria come quello Prada dal febbraio ’99; 40 mila punti vendita in 80 paesi; 7 stabilimenti; 1.100 dipendenti; un fatturato consolidato nel ’98 di oltre 203 miliardi di lire per il 70 per cento realizzati all’estero. Nel ’98, il Gruppo, che ha il suo quartier generale a Longarone (Belluno), ha acquisito il Vantios Group, proprietario di una catena di 390 negozi in Inghilterra.  
2000, febbraio. La società quotata al Nyse ha acquisito la catena di negozi General Optica, leader in Spagna e negli Stati Uniti. 2000, novembre. Chiude i primi nove mesi dell’anno con un fatturato di 666,4 miliardi di lire e un incremento del 40,9 per cento. Nel 1999 le vendite si erano attestate a 473 miliardi di lire. La crescita è dovuta anche al nuovo apporto da parte della spagnola General Optica, quello di Eyewear International Distribution, joint venture per la commercializzazione e distribuzione di occhiali con il marchio Prada, in cui De Rigo ha una quota del 51 per cento.
2001, aprile. Il colosso del lusso Lvmh rafforza la sua partnership con De Rigo, entrando nel capitale con una quota del 5 per cento. De Rigo apre una filiale nell’est della Francia, a Oyonnax, e dall’autunno distribuisce Givenchy, un altro brand di Lvmh, che si aggiunge a Loewe, Céline e Fendi, per cui già fabbrica e distribuisce occhiali.
2002, settembre. De Rigo acquisisce la nuova licenza Furla. Produrrà e distribuirà occhiali da sole e montature da vista con il marchio dell’azienda italiana famosa in tutto il mondo per le borse e gli accessori, le scarpe, i gioielli e gli orologi. Furla è presente in 64 paesi al mondo con 178 punti monomarca e corner.
2002, ottobre. De Rigo riacquista le proprie azioni. Il cda della De Rigo sottoporrà all’assemblea generale degli azionisti un piano di riacquisto di una parte delle azioni emesse, comprese quelle trattate alla Borsa di New York sottoforma di American Depositary Shares. Il piano proposto riguarda un massimo di 4,4 milioni di azioni (circa il 10 per cento dell’attuale capitale sociale). Se approvato, si stabilirà un minimo e un massimo valore di acquisto e i tempi in cui effettuarlo. De Rigo possiede al momento i marchi Police, Sting e Lozza ed è licenziataria per la produzione e distribuzione di Etro, La Perla, Fila, Onyx e Furla. È presente sul mercato britannico con Dollond & Aitchison.
2003, aprile. L’utile del 2002 si è attestato a 10,6 milioni di euro, contro 21,2 del 2001. Alla forte crescita degli utili della spagnola General Optica ha fatto da contraltare il calo di profitti della britannica Dollond & Aitchison, della distribuzione all’ingrosso e di Eid, joint venture con Prada.
2009. L’azienda oggi distribuisce i propri prodotti sia attraverso i marchi di proprietà — Lozza, Police, Sting — sia attraverso i brand licenziatari — Celine, Chopard, Ermenegildo Zegna, Escada, Etro, Fila Eyewear, Furla, Givenchy, Jean Paul Gaultier, La Perla, Loewe e Pirelli.