Crisci

È figlio d’arte. Il padre, Alfonso Crisci (1876-1937), calzolaio artigiano, apre nel 1919 una fabbrica a Casteggio nell’Oltrepò. Alla sua morte, Gaetano (Tanino) riorganizza l’azienda per forniture militari e, alla fine della guerra, la riconverte alla produzione civile. Negli anni ’60, decide di entrare nel settore della vendita al dettaglio di livello internazionale. Al primo negozio di Milano, in via Montenapoleone, fanno presto seguito quelli di Roma (via Borgognona) e Firenze (via Tornabuoni). La sua produzione si distingue per l’alto grado di artigianalità di ogni fase della lavorazione e per l’esclusività dei materiali utilizzati. A cavallo degli anni ’70-80, vara la Tanino Crisci France, la Tanino Crisci America e inaugura le due boutique di Parigi e New York. Nell’88, costituisce la Tanino Crisci Japan e apre una boutique e uno show room a Tokyo. Il figlio Alfonso (1954) è l’attuale amministratore delegato dell’azienda.