Costume Institute

Sezione del Costume nell’ambito del Metropolitan Museum. È diretta da Richard Martin, storico della moda e autore di The St. James Fashion Encyclopedia/ Asurvey of style/1945 to the present. Nasce dal Museum of Costum Art che, nel 1937, la collezionista di abiti Irene Lewisohn costituì unendo la sua raccolta personale a quella di Aline Bernstein. Nel ’46 l’intero fondo passò al Met che, via via, lo ha arricchito di acquisizioni. Oggi, conserva oltre 50 mila capi e accessori dalla fine del ‘600 sino alla contemporaneità. Lasciato il giornalismo per raggiunti limiti di età, Diana Vreeland, negli anni ’70, ha dedicato al Costume Institute lavoro e idee, organizzando mostre-omaggio a Balenciaga, all’alta moda francese dal ’19 al ’39 (Inventive Clothes), a Saint-Laurent e alla moda francese dalla Rivoluzione all’Impero.