Comte

Michel (1954). Fotografo svizzero. Nasce a Zurigo. Ha iniziato a viaggiare appena quindicenne, vivendo in Inghilterra, Stati Uniti e Francia. Senza passare attraverso il classico tirocinio da assistente, diventa subito fotografo professionale iniziando a pubblicare nel 979 per la Condé Nast su Vogue Hommes e Vogue America, ma lavorando anche per Mademoiselles e Marie Claire. Si è affermato rapidamente come uno fra i più bravi e coerenti, grazie a uno stile solo apparentemente semplice e immediato che ricorda molto il reportage. Nell’81 si trasferisce a New York e poi a Los Angeles pubblicando per Vogue America e Vanity Fair e lavorando per Armani, Dolce & Gabbana, Nike, Swatch, Revlon. Si specializza nel ritratto creando un genere dove il soggetto è sempre ripreso frontalmente, in maniera diretta e chiara. Dal 1980 si dedica anche al fotoreportage lavorando per la Croce Rossa in Afghanistan, Iraq, Bosnia. Nel ’99 Schirmer/Mosel pubblica la sua monografia Michel Comte.Twenty Years 1979-1999.