Laug

André (1931-1984). Stilista francese. Ha lavorato soprattutto in Italia. Dopo aver fatto l’istruttore militare ed essersi occupato di una ditta d’importazioni, decide di lasciare il nord della Francia per trasferirsi a Parigi. Qui, debutta nella moda, disegnando per la casa di mode Raphael, che era all’inizio dell’attività, e contemporaneamente imparando tutta l’organizzazione e il sistema creativo di una maison d’haute couture. Dopo tre anni, lascia per collaborare con Nina Ricci come assistente di monsieur Creay per la prima collezione destinata al mercato americano. Come freelance lavora anche per Philippe Venet e Courrèges. Maria Antonelli lo chiama a Roma nel 1961. È un felice incontro. Disegna per lei nove collezioni d’alta moda e sei di prêt-à-porter: un rapporto di lavoro che dura cinque anni. Nel ’68, inaugura il suo atelier a Piazza di Spagna. Il suo stile è caratterizzato da una ricerca attenta dei tessuti, da un’eleganza quasi austera dei capi sapientemente rifiniti. Muore a Roma. Da allora, la sua griffe continua sotto la direzione di Olivier.