Caseley-Hayford

Joe (1956). Stilista inglese. Dopo un rodaggio in una sartoria della londinese Savile Row e studi alla Taylor and Cutter Academy, alla Saint Martin’s School of Art e all’Istituto d’Arte Contemporanea, esordisce nell’83. Dieci anni dopo, una sua linea d’abbigliamento femminile, disegnata per Top Shop, ottiene grossi risultati di vendita. La ribalta gli è garantita dall’avere vestito cantanti e gruppi rock. A proposito del proprio lavoro, dice: “Credo che considererei la moda molto noiosa se non mi costringesse a pormi domande ogni momento”. (Giulio Alberoni) &Quad;1999, settembre. Sfila presso la sede “dell’Honorable Artillery Company, tra sergenti in divisa, la nuova collezione caratterizzata da corpetti nei colori di Toulouse-Lautrec: carboncino, grano, ambra, bianco e nero. Le maniche sono a campana ed elasticizzate. &Quad;2001. Contrappunto tra la “donna-dark lady” che porta calzature aggressive e “l’uomo-bravo ragazzo” che indossa caban da pioggia e maglioni a collo alto, per l’autunno-inverno. &Quad;2003. Lo stilista cresciuto a Savile Row continua a vestire divi come Lou Reed e a sperimentare, seppure con ricami, pieghettature e pellami, maglieria e giacche ben modellate. L’abbigliamento femminile è in vendita a New York da Takashimaya e in piccoli negozi indipendenti di Italia e Giappone. Il menswear si trova da Selfridges and Duffer a Londra. &Quad;Dal 2005 lo stilista è diventato direttore creativo di Gieves & Hawkes, lanciando la prima collezione alla settimana della moda di Parigi nel gennaio 2006. Lancia poi il suo brand, chiamato Casely-Hayford, in collaborazione con suo figlio per la primavera/estate 2009.