Boselli

Mario. È il Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana. Ha cominciato la sua attività nel 1959 nell’azienda di antica tradizione serica (fondata nel 1586) del padre, la Carlo Boselli di Garbagnate Monastero, oggi Marioboselli Yarns & Jersey gestita dai suoi due figli Dott. Carlo e Ing. Federico Boselli. Durante gli anni ’70, ’80, ’90 e a cavallo del millennio realizza un significativo sviluppo sia in Italia che all’estero in Slovacchia, completando una “filiera” di attività nel settore tessile, dalla tessitura a maglia fino al capo confezionato. Mario Boselli è anche Presidente di Centrobanca, del Fondo Pensioni per i Pensionati Cariplo, di Setefi e Moneta (Gruppo Intesa SanPaolo), dell’Associazione Italia-Hong Kong, di Lariodesk, Membro del Consiglio di Gestione di UBI Banca e di altre società quotate e non. In passato Mario Boselli è stato Presidente di Federtessile, della Fiera Internazionale di Milano, di Pitti Immagine, dell’Associazione Internazionale della Seta (Lione), della Camera di Commercio Italo Slovacca (Bratislava). Fra le varie onorificenze è stato nominato Cavaliere del Lavoro (1990), Commandeur de l’Ordre National de la Legion d’Honneur (Francia 2002) e Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2007). Mario Boselli è nato a Como nel 1941, è sposato e ha tre figli. &quad;2009. Riconfermato alla guida della Camera Nazionale della Moda per il triennio 2007/2010, Mario Boselli conferma, anno dopo anno, attenzione e sensibilità verso le realtà più nuove, come dimostrano la creazione dei progetti dedicati al lancio e al sostegno dei giovani creatori: N-U-DE, New Upcoming Designers lanciato nel febbraio 2005, Next Generation che ha visto la sua quarta edizione nel settembre 2009 e Fashion Incubator, struttura permanente di consulenza e supporto logistico-organizzativo ai nuovi marchi italiani. Una Camera della Moda dinamica e “super partes” che, pur salvaguardando le diverse individualità, cerchi di creare unità d’intenti e alimenti un costruttivo spirito di appartenenza all’universo del Made in Italy, un valore fortemente riconosciuto in tutto il mondo. A questo proposito, sempre a Mario Boselli si devono le numerose manifestazioni internazionali che hanno permesso alle griffe italiane di presentarsi su passerelle inimmaginabili solo qualche anno fa: Tokyo, Mumbai, Mosca o Los Angeles, solo per citarne alcune.