Bombino

Domenico (1926). Sarto per uomo. Impara giovanissimo il mestiere nel suo paese natale, Ruvo di Puglia. Arriva a Milano nel 1945 dove apre un laboratorio in via Fiori Chiari: i suoi primi clienti sono gli artisti che frequentano il bar Giamaica a Brera, Gianni Dova, Guido e Sandro Somarè, Crippa, Andrea Cascella, i fratelli Pomodoro, Fontana, il fotografo Mulas e il dandy Piero Sanjust di Teulada. Ha successo e apre la prima vera sartoria nel ’61 in via Pontaccio 12. Nel ’71, Loris Abate, anche lui suo cliente, gli chiede di creare per Mila Schön un reparto uomo (abiti su misura) di cui Bombino è tuttora il responsabile.