Bogner

Viene lanciato nel 1932 da Willy e Maria Bogner e si presenta sul mercato con una collezione dedicata allo ski-look: sono i pantaloni stretch a caratterizzare la sua linea. Nel ’48, la prima sfilata che si avvale di famosi e e gratuite testimonial. Marilyn Monroe, Jane Mansfield e Ingrid Bergman indossano abitualmente i loro capi. Nel ’50 viene lanciata la prima collezione uomo. Nel ’60 la compagnia conta più di 500 impiegati, che diventano 800 nel ’68. Nel ’74 Bogner firma anche una linea per il tennis. Due anni dopo, presenta sul mercato anche l’abbigliamento dedicato al golf, poi propone articoli in pelle (’82), occhiali da sole (’83), una linea di cosmetici (’85) e una collezione di costumi da bagno (’86), un’immancabile eau de toilette (’90), un modello di mountain bike (’90) e una serie di preziosissimi gioielli (2001). Gli ultimi numeri registrati nel 2003 denotano il successo della compagnia, diretta da Willy Bogner junior: 22 sono i negozi monomarca nel mondo (10 di proprietà della famiglia, 12 in franchising) e 32 i corner-shop per un fatturato, registrato nel 2002, di 133 milioni di euro e una rete produttiva che include la Germania, l’Austria, la Cina, l’Indonesia, Hong Kong, l’Italia, il Portogallo, la Corea e gli Stati Uniti.