Blousons Noirs

L’estate del ’59 fu chiamata in Francia “l’été des Blousons Noirs”. Nato sul modello del rocker inglese, questo movimento spontaneo ha seguaci anch’essi fanatici del rock’n’roll, che idolatrano, si pettinano e si vestono come James Dean, morto tragicamente nel ’55, indossando blue-jeans e l’immancabile blusotto in cuoio nero. Ascoltano la musica rock francese di Johnny Halliday, ma soprattutto quella americana del rock duro, Vince Taylor ed Eddie Cochran. La violenza gratuita li porta a devastare durante i festival rock tre sale di spettacolo e si attirano il disprezzo e il rifiuto da parte di tutti i francesi diventando sinonimo di emarginazione. Scompaiono definitivamente all’inizio degli anni ’60 quando al rock duro subentra la musica più gentile dello ye-ye.