Blatt

Anny (1910). Sarta francese. Debutta a Mulhouse, sua città natale, occupandosi di maglieria. È un settore, quello del “tricot”, che la lancia verso Parigi dove, nel 1933, un suo negozio in Faubourg Saint-Honoré propone collezioni di abiti, pullover e tenute da spiaggia che attraggono l’attenzione delle riviste specializzate. Neppure il capillare Dictionnaire de la Mode au XXe Siècle delle Editions du Regard (’96) documenta quanto durò quel successo. Nel ’58, torna alla ribalta commerciale come socia di una catena di negozi che distribuiscono lana per lavorare a maglia su modelli da lei disegnati. Dal ’91, la sua firma viene utilizzata da un’antica filanda francese.