Bettina

(1925-2001). Indossatrice francese. Nata Simone Bodin e ribattezzata da Fath nel 1947. Figlia di un ferroviere e d’una maestra d’asilo, si stabilisce a Parigi nel ’46 per fare la figurinista ma è invece assunta come mannequin da Costet prima, da Fath poi (“Se Dior ha il new look”, scrivevano i giornali, “Fath ha Bettina”). Da quel momento viene immortalata da fotografi come Irving Penn, Cartier Bresson e Norman Parkinson. Dopo un matrimonio fallito con il fotografo Beno Graziani, nel ’55 inizia una tempestosa e miliardaria storia d’amore con Alì Khan, che però muore in un incidente d’auto nel ’60, senza averla sposata. Con l’eredità ricevuta dal principe, la “piccola Begum” apre un atelier di moda, trasformandosi per qualche anno in stilista e donna d’affari. Poi, conduce una vita lontana dall’obbiettivo dei fotografi.