Battilocchi

Sartoria italiana d’alta moda. La fonda, negli anni ’20, Aurora Battilocchi a Roma, in via Sistina 67. La sua clientela era composta da membri di Casa Savoia, dell’aristocrazia e della buona borghesia. Molta parte dei suoi capi erano comperati a Parigi, una piccola parte era realizzata su disegni italiani. Nella “bottega” Battilocchi, rigida e severa, si sono formate Maria Antonelli e le sorelle Fontana, imparando l’uso raffinato dei particolari, l’abilità del taglio, il gioco quasi maniacale delle rifiniture. “Era come vivere a corte”, ricorda Micol Fontana, “non s’imparava solo il mestiere, ma i modi con cui si doveva presentare un abito finito.”