Aspesi

Natalia (1929). Giornalista e scrittrice. È nata, vive e lavora a Milano. Editorialista di La Repubblica, segue da anni anche la moda, interpretandola attraverso un occhio molto attento al costume e una scrittura ironica, acuminata. Di questo suo “taglio”, sono emblematici un articolo del 1998 sul sedere di Naomi Campbell e il libro Il lusso & l’autarchia (Rizzoli 1982), straordinaria ricerca e racconto sulla moda durante il regime fascista. Prima di approdare al giornalismo, lo testimonia lei stessa, ha fatto la baby sitter in Svizzera e in Inghilterra, la venditrice di macchine per caseifici e la disegnatrice di cravatte. Ha collaborato al quotidiano del pomeriggio La Notte, è stata assunta al Giorno, come cronista, agli inizi del decennio ’60 ed è a La Repubblica dal primo numero come inviata speciale. Ha pubblicato La donna immobile (Fabbri Editore, ’76), Lui! Visto da lei (’78), Il trionfo del privato e Vivere in tre (’81).