Arakawa

Studia prima Fine Art a Tokyo, poi moda allo Studio Berµot di Parigi, città nella quale nel ’93 presenta il suo primo prêt-à-porter. Due anni dopo, fa sfilare per le strade della capitale giapponese capi realizzati con soli materiali tradizionali nipponici, in una collezione speciale dal titolo Koinobori, lo stendardo multicolore tipico della festa dei bambini in maggio.  

1999. Lancia la prima linea di "artwork clothing", abbigliamento che può essere indossato o appeso al muro come un quadro.

2001. La collezione autunno-inverno è interamente ispirata a Seiko Matsuda, idolo pop degli anni ’80 durante l’adolescenza dello stilista.

Prosegue la collaborazione con la Honda per la creazione della linea di abbigliamento per motociclisti chiamata Shinichiro Arakawa Honda, che viene integrata da una produzione per donna. L’uscita di ogni nuova collezione è diventata appuntamento fisso della Settimana della Moda di Tokyo.

Le tre collezioni di inizio millennio presentate a Parigi sono ispirate alle dimensioni spaziali: larghezza, lunghezza e profondità.