Annenkov

Costumista di origine russa. Nato a Petropavlovsk, lavorò alle scenografie dei primi spettacoli rivoluzionari di massa e si legò alla scuola teatrale di Mejer’hold. Nel 1924 lasciò la Russia per la Germania, dove cominciò l’attività per il cinema curando i costumi del Faust di F.W. Murnau. In seguito fu attivo principalmente in Francia, tanto da modificarsi il nome in Georges Annenkov. Fu collaboratore di Marcel L’Herbier (La collana della regina), Jean Delannoy (L’immortale leggenda, Sinfonia pastorale), e soprattutto di Max Ophüls, firmando i costumi dei suoi capolavori (Il piacere, I gioielli di Madame de…, Lola Montès; quest’ultimo in collaborazione con Marcel Escoffier per i vestiti di Martine Carol). Lavorò anche in Italia: alle Due orfanelle di Giacomo Gentilomo. Nel 1951 pubblicò un libro autobiografico dal titolo En habillant les vedettes.