Ally Capellino

Marchio inglese di moda creato nel 1979. Dopo gli studi di moda al Middlesex Polytechnic, Alison Lloyd (Londra 1956) apre la sua attività con il socio Jono Platt, inizialmente producendo solo accessori. Il curioso nome vorrebbe essere una traduzione in italiano di Little Hat, ma una volta realizzato lo sbaglio decidono comunque di tenerlo. Dall’80 aggiungono alla produzione di accessori una linea prêt-à-porter donna, disegnata dalla Lloyd. Lo stile è una libera interpretazione della tradizione inglese. Sartoria anni ’40 e ’50, il country, i tweed, tutto riproposto in chiave moderna con un pizzico di umorismo. Per l’estate, utilizzano sempre il lino. Nell’86 varano la linea uomo, seguita nel ’90 da quella sportiva chiamata Hearts of Oak. L’anno dopo, lanciano Mini Capellino, la linea per bambini. Nel ’96 interrompono la linea sportiva e optano per una "difussion line" chiamata semplicemente "ao". Il primo negozio monomarca viene aperto a Sloane Avenue, Chelsea, nel ’97. Alison Lloyd ha sempre preferito rimanere dietro le quinte a consolidare il successo, frutto di una visione cauta, piuttosto che lanciarsi nell’altalena della moda d’avanguardia. Ha sponsorizzato una retrospettiva di Jean Michel Basquiat alla Serpentine Gallery di Londra.

1999. Alison Lloyd fonda la Capellino Design di cui è unica proprietaria. Prima cliente è la catena di magazzini Bhs per i quali crea linee di abbigliamento per uomo, donna e bambino.

2003. Goa Corporation diventa agente per l’Italia. Per l’autunno-inverno 2003, cappelli per donna in pelle e lana e guanti in cachemire ampliano l’offerta di accessori.