Albouy

Casa di moda francese, specializzata in cappelli e bigiotteria. La crea, alla vigilia dell’ultima guerra mondiale, e le dà il suo nome monsieur Albouy, un personaggio originale che, durante l’occupazione tedesca di Parigi, calamita l’attenzione utilizzando materiali di recupero, come la carta di giornale per un cappellino a veletta che ebbe uno straordinario successo. La pace non spegne la sua creatività. Inventa, con un abile ricamo di nervature, cappelli leggerissimi, aerei. Nel 1964, si butta alle spalle la moda per diventare rigattiere al Mercato delle Pulci alla Porte de Clignancourt di Parigi.